Spiaggia – Ristorante -Eventi

137

love your sea

UNA SPIAGGIA TUTTA VERDE

Una nuova struttura ripensata con i criteri della bioedilizia.

Materiali naturali e il 40% di loro, nel pieno rispetto del concetto circolare del riuso, arrivano dalle precedenti costruzioni del Mojito Beach. E quelli nuovi sono scelti in base a principio di piena sostenibilità. Il legno, per esempio, arriva dagli abeti abbattuti dal vento sull’altopiano d’Asiago.

Piatti, posate, bicchieri, cannucce, sono naturali e biodegradabili.

L’acqua si beve fresca e filtrata a un fontana, che utilizza energia solare per funzionare.

Un bosco in riva al mare, creato con alberi e arbusti autoctoni delle dune dell’adriatico offre al sua ombra per pranzi, brunch, aperitivi o colazioni.

Cosa c’è in spiaggia

Il mare e la sabbia sono di tutti e per tutti.

Ecco che cosa trovate tra i nostri ombrelloni e i nostri lettini

SPAZIO PUPILS

Per i più piccoli, per le loro mamme e papà, uno spazio pensato e realizzato per loro. Un luogo dove giocare, riposare e una struttura per una piccola e veloce toilette, cambiare un pannolino – assolutamente da smaltire nell’apposito contenitore- e trascorrere una bella giornata di sole e di mare.

DOG ALLOWED

La spieggia è per tutti. Anche per i nostri amici a quattro zampe. Basta solo un poco d’attenzione per fare vivere anche a loro una giornata di sole di mare e rendere più bella la spiaggia e senza infastidire nessuno. Area attrezzata a disposizione.

E-BIKE

Anche arrivare in spiaggia può essere un gesto verde. Nello spazio destinato ad accogliere le vostre biciclette un colonnina di ricarica per la pedalata assistita. L’energia arriva dai nostri pannelli solari.

Spiaggia – Ristorante -Eventi

Il primo capitolo si apre il giorno in cui L’Italia diventa Repubblica.

Il primo dei Tamburini, detti “Baroll”, ogni famiglia di Riccione aveva un soprannome che la identificava all’interno della comunità, porta in spiaggia qualche sdraio. Per nonno Giuseppe è solo un inizio. I Tamburini aggiungono cabine, ombrelloni, un chiosco.

Nel boom economico il Marano diventa una spiaggia affollata e conosciuta. Durante i ’70 e ’80, con il figlio Gian Piero, si passa da solo stabilimento balneare, a ristorante e bar.

Il progetto evolve intercettando bisogni e richieste di riccionesi e turisti. Nel 2003 scende in campo la terza generazione, Claudio Tamburini, il nipote di Giuseppe.

Il bagno 137 diventa “Mojito Beach”, si apre a aperitivi, cocktail bar, musica e intrattenimento notturno.

Oggi si volta la pagina di un nuovo capitolo di storia Si torna a essere semplicemente 137. Lo si fa nel segno dell’amore e del rispetto per il mare. Si diventa plastic free, a basso impatto ambientale, si usano materiali naturali e riuso.

A raccontare il nuovo cammino è sempre la tartaruga simbolo del Mojito.
È solo diventata tutta verde.

È lei a recitare il claim del nuovo 137:“Love Your Sea”.